Acireale…è qui la festa! I carri allegorico grotteschi sono protagonisti già della prima giornata del Più Bel Carnevale di Sicilia e la novità entusiasma il fiume di visitatori che è subito riversato ad Acireale.

La prima parata e le prime esibizioni delle opere meravigliose dei maestri della cartapesta lasciano a bocca aperta il pubblico della festa di piazza più divertente.Re Burlone, Santo Di Mauro, e la Regina del Carnevale, Anais Pettinato, hanno ricevuto dal sindaco Roberto Barbagallo, accompagnato dall’assessore al Turismo, Antonio Coniglio, dal presidente del consiglio comunale, Rosario Raneri, e dal presidente della Fondazione del Carnevale, Antonio Belcuore, la grossa Chiave della Città e regneranno sovrani incontrastati fino a martedì 28 febbraio.

“La prima giornata è già un successo importante. Tanta gente, il clima mite, opere meravigliose e il meritato spazio su vetrine nazionali e internazionali. Apriamo questa edizione con grandi aspettative e certi che sarà un Carnevale importante-, ha dichiarato il sindaco Roberto Barbagallo-.  L’obiettivo di questa Fondazione è fare uscire il Carnevale di Acireale dall’Italia e internazionalizzarlo. Abbiamo una tradizione meravigliosa, un patrimonio eccezionale, i nostri maestri sono artisti impareggiabili e tutto questo deve solo essere promozionato nel modo migliore”.

“Al di là dello sforzo importante di Antonio Belcuore e dell’amministrazione il grazie di cuore va a chi per otto mesi ha lavorato giorno e notte alacremente e con mani sapienti e figlie della creatività che caratterizza la storia di questa città”, ha commentato l’assessore al Turismo, Antonio Coniglio.

Spettacolare l’ingresso in piazza Duomo sul carro ispirato al morning show di successo “Tutti Pazzi per … RDS”, la radio partner dell’evento. In consolle Claudio Guerrini, che al termine della parata si sposterà sul palco di piazza Duomo inondandola di Grandi Successi e coinvolgendo il pubblico in uno speciale party open air.

A fare da corteo a Re e Regina la guggen band svizzera “RingmurechutzeMurten”, dalla marching band ucraina “Fanfares of Lviv &MazhoretkyFeyeriya” e la corale americana “Saint Anthony’s High School Chorus”.

“Questo Carnevale ha voglia di diventare internazionale e partire il sabato con la parata vuol dire farlo iniziare subito alla grande per mantenere in ogni giornata questo standard di alto livello.  Abbiamo creato un ponte sul lunedì delle giornate clou con una retrospettiva sulla tradizione delle macchine infiorate. Stimiamo di avere trecentomila visitatori e le nostre strutture ricettive sono piene per questo e il prossimo fine settimana e ne beneficiano anche le strutture delle città circostanti, – dichiara il presidente della Fondazione del Carnevale Antonio Belcuore-.I carri quest’anno sono delle vere opere d’arte con elementi innovativi che serviranno per l’avvenire e chi verrà ad Acireale non potrà non restare a bocca aperta”.

Ironia graffiante, attualità e grande maestria negli otto giganti in cartapesta, suddivisi nelle categorie A e B, che già domani mattina saranno esposti lungo il circuito, in attesa di dare vita dal pomeriggio alla prima esibizione.