“Chi mi conosce bene sa quanto amo le sfide e non mi tiro mai indietro, a maggior ragione oggi che c’è da impegnarsi per la città. Da uomo di sport, ma soprattutto catanese, non potevo dire no alla proposta del sindaco Enzo Bianco.” Così Orazio Arancio, ex campione di rugby, oggi consigliere nazionale del CONI (al quarto mandato consecutivo) e presidente del comitato regionale della FIR.
A seguito delle dimissioni di Valentina Scialfa da assessore allo Sport e alle Politiche scolastiche del Comune di Catania, il sindaco Enzo Bianco ha voluto mantenere per sé la delega allo Sport, nominando al tempo stesso Orazio Arancio ed Enzo Falzone (delegato provinciale del CONI) dirigenti speciali con incarichi specifici allo sport, alla luce della loro grande esperienza dirigenziale nei massimi organismi sportivi. Arancio, atleta simbolo del rugby italiano, si occuperà in particolar modo di importanti eventi e iniziative che interesseranno la città, a partire dal progetto “Parco Gioeni, Parco dello Sport”.
“Mi è stato chiesto di dare un contributo su progetti e iniziative legati allo sport – ha confermato Arancio – e mi sono messo subito a disposizione, soprattutto per l’attaccamento alla mia terra. È stato questo attaccamento, probabilmente, a spingere il sindaco a chiedere il mio coinvolgimento, del quale sono onorato. Sono perfettamente cosciente come questa sia una sfida molto difficile, soprattutto per il poco tempo a disposizione, ma sono certo che si potranno porre le basi affinché qualcosa di concreto possa essere realizzato nell’immediato futuro a vantaggio di tutti gli sportivi catanesi, giovani e meno giovani.”
L’ex rugbista etneo si è poi concentrato sulla realtà catanese: “C’è tanto da fare a Catania, a partire dal coinvolgimento dei cittadini. Bisogna accendere nuovamente in loro entusiasmo e ottimismo, necessari per la realizzazione di qualsiasi iniziativa. In modo trasversale e da sportivo ho dato sempre il massimo a chiunque abbia chiesto il mio contributo e lo farò anche stavolta. È una buona opportunità per fare qualcosa di importante per la mia città e per i miei concittadini e pertanto ringrazio il sindaco Enzo Bianco. Come sempre darò il massimo cercando di convincere anche i più scettici che le cose si possono cambiare, se ci si crede davvero!”