Arresti, perquisizioni e sequestri a Catania città e in provincia: la polizia assesta un nuovo duro colpo al caln Cappello-Bonaccorsi.

Su delega della Procura Distrettuale Antimafia di Catania, la Polizia di Stato ha eseguito una provvedimento cautelare nei confronti di 31 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere di stampo mafioso con l’aggravante di essere l’associazione armata, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio, estorsione, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone e intestazione fittizia di beni, aggravati dall’avere agito per conto della mafia.

Le indagini della Squadra Mobile di Catania e del Servizio Centrale Operativo (Sco) hanno disarticolato la cosca mafiosa puntando ai vertici.

Tra le attività illecite perseguite dall’organizzazione mafiosa Cappello-Bonaccorsi, c’è il traffico di sostanze stupefacenti con il controllo di numerose “piazze di spaccio” a San Cristoforo e Librino e in diversi comuni della provincia di Catania  .

Sono in corso i sequestri, in provincia di Catania ed altre città della Sicilia, in Calabria e Campania, di numerose società nel settore della raccolta rifiuti, imprese per la gestione di bar, ristoranti e pizzerie  nel settore dell’abbigliamento per un valore complessivo di svariati milioni di euro.

PER SAPERNE DI PIU’

I NOMI DEGLI ARRESTATI