Ondata di freddo gelido nei paesi etnei dove sono comparsi anche i fiocchi di neve a bassa quota. Si tratta, ovviamente, di nevischio che a causa delle raffiche di vento viene spazzato via.

Intanto in vista del Capodanno si preannuncia un nuovo assalto alle stazioni sciistiche dell’Etna.

A Piano Provenzana, sul versante settentrionale del Vulcano, sono già operativi dallo scorso 26 dicembre tre dei quattro impianti di risalita: Tanaurpi-Pouchoz, Coccinelle ed Anfiteatro, ma già da domani è prevista l’apertura anche della sciovia Monte Conca.

Nonostante le forti raffiche di vento che hanno disperso la neve caduta nelle ultime ore, i tecnici della società che gestisce gli impianti di risalita sono al lavoro per garantire la perfetta sciabilità di tutte le piste della stazione di Etna Nord che così sarà pienamente operativa.

A Nicolosi Nord, invece, resta attiva la pista della Montagnola che si può raggiungere con la funivia.