Anche le strade di Catania che collegano a Taormina si rifanno il look in vista del G7 in programma il 26 e il 27 maggio. Il piano di collaborazione siglato in Prefettura dall’amministrazione comunale di Catania con il commissario straordinario di Governo per il G7 Riccardo Carpino servirà a rimette a posto le principali strade di collegamento tra il capoluogo etneo e Taormina.

Il documento è stato firmato dal sindaco di Catania Enzo Bianco alla presenza del Prefetto Silvana Riccio.

“E’ stato siglato un accordo interistituzionale – ha detto il Prefetto – per fare in modo che alcune strade soprattutto quelle di collegamento tra il Porto e Taormina, quelle che permettono l’uscita dalla città di Catania siano rimesse in condizioni per quanto riguarda il manto stradale, l’illuminazione, la cartellonistica in condizioni migliori. Sono risorse finanziarie pari a circa 200 mila euro che saranno utilizzate insieme ad altre per rendere più funzionali ed efficienti anche queste strade di collegamento. Se il Comune di Catania avrà preventivato queste somme immagino ci siano i tempi perché tra meno di 10 giorni saremo nel pieno dell’operatività”.

L’accordo, richiesto dall’amministrazione comunale ex articolo 15 della Legge 241/90, riguarda l’attribuzione di risorse per la riqualificazione e la messa in sicurezza di alcune vie di ingresso alla città.

All’aeroporto Fontanarossa in occasione del summit tra i grandi della terra arriveranno infatti numerose delegazioni ospiti, rappresentanti della stampa ed altre personalità al seguito. Le legge 241 permette, in caso di interesse comune, una collaborazione fattiva tra le pubbliche Amministrazioni.

Per il prefetto Riccardo Carpino quella del G7 è “una scommessa difficilissima e Catania è il primo biglietto da visita”.