E’ stato arrestato a Lampedusa (Agrigento) da militari della guardia di finanza il maltese Darren Debono, 43 anni, ritenuto tra gli organizzatori dell’associazione a delinquere internazionale dedita al riciclaggio di gasolio libico rubato dalla raffineria libica di Zawyia e immesso nel mercato italiano ed europeo.

Era tra i destinatari dell’ordinanza dell’inchiesta ‘Dirty oil’ emessa dal Gip etneo su richiesta della locale Procura distrettuale. Dedono è stato catturato da militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Catania, grazie alla collaborazione dei colleghi della Brigata di Lampedusa e di quelli della Sezione Navale di Catania, schierati con una propria unità sull’isola delle Pelagie.

E’ ritenuto il punto di contatto con il libico Fahmi Mousa Saleem Ben Khalifa, alias “il Malem” (il capo), al vertici di una milizia armata stanziata nella zona costiera al confine con la Tunisia, anch’egli destinatario di misura cautelare in carcere nell’ambito dell’operazione “Dirty Oil”.