Si proclama “innocente” e vittima di “errori di valutazioni giudiziarie” Alfio Capuana, il 73enne arrestato nell’ambito dell’operazione ’12 apostoli’ della polizia postale di Catania.

“Il Gip – afferma il suo legale, l’avvocato Mario Brancato – ha non tenuto nella giusta considerazione il rapporto dell’ampia attività difensiva attivata dopo la perquisizione disposta dalla Procura, che non ha interrogato il mio assistito”.

Capuana sarà sentito domani dal Gip nell’ambito dell’interrogatori di garanzia. “E’ una persona anziana e malata – aggiunge il penalista – ha una grave forma di diabete ed è cardiopatico, il suo stato di salute è incompatibile con la detenzione”.

Oltre a Capuana sono state arrestate tre donne alle quali sono stati concessi gli arresti domiciliari.