E’ stato archiviato dal gip del Tribunale di Catania, Giovanni Cariolo, il procedimento a carico del sindaco Enzo Bianco sulle nomine all’Amt, la partecipata che si occupa del trasporto pubblico nel capoluogo etneo, nello specifico si tratta della scelta di nominare l’ex presidente Puccio La Rosa. A darne notizia è una nota dell’ufficio stampa di Palazzo degli Elefanti.

Il gip ha accolto la richiesta del sostituto procuratore Fabio Regolo che scrive: “Invero La Rosa era riuscito a mettere in circolazione nel Comune mediamente cento bus giornalieri, a ottenere l’apertura del parcheggio in piazza Borsellino, a recuperare parte dei crediti vantati da anni verso la Regione e a ultimare le attività di completamento dell’autorimessa di San Giuseppe La Rena in cui la società Amt avrebbe trasferito i suoi uffici con conseguente risparmio di spesa”.

Il sostituto procuratore, nella richiesta di archiviazione, sottolinea che Bianco, dopo aver chiesto un parere al Collegio di Difesa sui requisiti di La Rosa, aveva chiesto una convocazione del cda e poi ottenuto le dimissioni del presidente dell’Amt, puntualmente presentate.

 

Il gip Cariolo, nell’accogliere la richiesta di archiviazione, conclude che da parte di Enzo Bianco non era rilevabile alcun “atto di favoritismo, né alcun elemento comprovante la volontà di procurare un ingiusto profitto o di arrecare un ingiusto danno”.