Si è tenuta questa mattina a Palazzo degli Elefanti una Conferenza dei Direttori generali delle aziende sanitarie cittadine  per discutere della questione della sicurezza nelle strutture di pronto soccorso dopo l’aggressione di un medico avvenuta alcuni giorni fa.

Presenti, oltre al sindaco Enzo Bianco i direttori generali dell’Asp, Giuseppe Giammanco, del Policlinico-Vittorio Emanuele, Paolo Cantaro, dell’Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito, e del Cannizzaro, Angelo Pellicanò; i direttori sanitari dell’Asp, Francesco Luca, e del del Policlinico-Vittorio Emanuele, Antonio Lazzara; il direttore della Scuola “Facoltà di Medicina” per l’Università di Catania Francesco Basile, il consulente del Sindaco per la Sanità Francesco Santocono e il Capo di Gabinetto del Comune di Catania Beppe Spampinato.

Nel corso dell’incontro, dopo che Cantaro ha spiegato che l’episodio dell’altro giorno non sia derivato da un caso di presunta mala sanità ma si sia trattato di una mera richiesta illegale, alla quale il medico si è giustamente opposto, si è parlato di sicurezza e di razionalizzazione dei pronto soccorso. Al di là della tipologia inusuale dell’ultimo, grave episodio, i direttori generali sono stati concordi nel chiedere che si attivi una maggiore sorveglianza negli ospedali attraverso la cosiddetta “vigilanza dinamica dedicata” che si traduce più semplicemente in una frequenza maggiore del passaggio delle volanti di Polizia e Carabinieri.

Pellicanò ha affermato che tutti gli ospedali, non solo i pronto soccorso, sono punti sensibili esposti a tutte le tipologie di criminalità; dello stesso parere si è detto Giammanco che ha riportato il ragionamento su tutte le strutture sanitarie del territorio; Santonocito ha sottolineato la necessità di rafforzare le strutture per offrire servizi migliori e più accoglienti; Basile ha posto l’accento sulla sicurezza di specializzandi e studenti.

Nel corso dell’incontro si è anche affrontata la questione più generale dell’efficienza dei pronto soccorso attraverso una migliore organizzazione. Argomento che nei prossimi giorni sarà ampiamente discusso nel corso di una riunione che si terrà con la partecipazione dell’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi.

“Il Prefetto – ha detto il Sindaco – ha convocato una riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica durante il quale riferirò le proposte scaturite da questi incontro. Ho chiesto nei giorni scorsi al ministro dell’Interno Marco Minniti – ha infine ribadito Bianco – un suo intervento per garantire la sicurezza di coloro i quali, come medici e infermieri, svolgono compiti delicatissimi in particolare nelle strutture di emergenza-urgenza in modo che possano lavorare con il massimo della serenità”.