I tifosi cominciano a mugugnare, sui social non si parla d’altro. Il mercato è cominciato da qualche giorno e il Catania non ha ancora piazzato il primo colpo. E’ vero e non si può negare. Ma è anche vero che, a parte Piscitella, non è ancora andato via nessuno e si tratta di un particolare da sottovalutare.

Il colpo o i colpi Pietro Lo Monaco, prima della fine della sessione, li farà. Bisogna avere pazienza, perchè se qualcuno dovrà arrivare, non necessariamente dovrà avvenire prima della ripresa del campionato.

Sul web si parla tanto, forse troppo, di possibili obiettivi sfumati: gli ultimi sarebbero Di Piazza e Perez. Ma siamo certi che si trattava di obiettivi concreti della società rossazzurra o solo di nomi messi in giro per distogliere l’attenzione sulle reali intenzioni? La verità, come spesso avviene, sta nel mezzo.

A dir il vero, poi, il primo rinforzo del Catania potrebbe Giovanni Marchese, ma evidentemente la cosa non fa più notizia, se è vero che il terzino è considerato come “uno di famiglia”. In realtà non è stato facile convincere un giocatore che fino a poco tempo fa giocava titolare in Serie A.

Ma il problema del Catania è il reparto offensivo e la ricerca di un goleador. In questo caso non si potrà prescindere dalle cessioni: Paolucci e Calil hanno le valigie pronte, ma non è detto che ci siano acquirenti. Il nodo è proprio questo: se il Catania non si ‘libera’ dei due attaccanti, difficilmente ne arriveranno altri, anche se Lo Monaco ha annunciato che il centravanti arriverà dalla Serie B. Non rimane che attendere, con pazienza, che il direttore batta un colpo.