Chiarezza sull’azione delle Ong. E’ quanto chiede Forza Italia riprendendo di fatto le parole pronunciata in Commissione parlamentare Schengen dal procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, che nei giorni scorsi ha rappresantato in audizione il tema degli sbarchi soffermandosi proprio sulle azioni di soccorso condotte dalle Ong.

Stamani a Catania, nel corso di una conferenza stampa, il senatore di Fi, Vincenzo Giibino, ed l’europarlamentare Salvo Pogliese hanno ribadito che servono “misure a tutela del territorio, fermando il flusso sulle coste del Nord Africa. Serve chiarezza sull’azione delle ONG, che con le loro navi facilitano la traversata ai migranti. E’ necessario dare risposta ad un caos giorno dopo giorno maggiore”.

Ieri il Senato ha disposto un’indagine conoscitiva proprio sulle organizzazione non governative: “Sapremo di chi sono queste imbarcazioni, chi le finanzia e perchè si trovano a poche miglia dalla Libia”, ha detto Gibiino.

“Il nostro pacchetto di proposte dice che il problema va risolto a monte e non a valle-ha aggiunto- con accordi come quelli c’erano al tempo di Silvio Berlusconi in Africa affinché questi centri di accoglienza vengano sulle coste dei paesi maggiormente interessati come la Libia”.

Dei 4 miliardi destinati dall’Italia alla questione immigrazione, hanno ricordato in conferenza stampa, “soltanto poco più di 100 milioni giungono dall’Europa”.

Pogliese infine ricorda di aver chiesto “l’implementazione  delle risorse perché ci sembra paradossale che solo i Paesi di frontiera come Italia e Grecia debbano sostenere questi ingenti forme di finanziamento”.