Nello Musumeci lascerà la presidenza della commissione antimafia all’Ars: lo ha annunciato nel corso di un suo intervento a Sala d’Ercole. Alla base della decisione del parlamentare catanese la scelta di candidarsi alla presidenza della Regione Sicilia.

Non potrò alternare il doppio ruolo di presidente dell’Antimafia e di candidato alle primarie del centrodestra senza correre il rischio di esporre la commissione a strumentalizzazioni”, ha detto Musumeci.

Le dimissioni saranno ratificate il 26 marzo prossimo, poiché il giorno successivo il leader di Diventerà Bellissima comincerà ufficialmente la sua campagna elettorale.

Intanto è bagarre sulla questione primarie. Il capogruppo di Forza Italia all’Ars, Marco Falcone, ieri ha rassegnalo le dimissioni da coordinatore del Comitato organizzatore: “Il mio è stato un segnale forte – ha detto oggi Falcone – una vera e propria provocazione nei confronti del partito per dire che le primarie sono uno strumento di selezione e di scelta del candidato alla presidenza della Regione”.

Anche il senatore di Forza Italia, Enzo Gibiino chiede chiarezza al proprio partito: “Dica, sin da oggi, se per caso abbia cambiato idea in merito all’appuntamento del 23 aprile”.