L’intervento dell’ex presidente del Senato, Renato Schifani, che stamani ha allungato qualche dubbio sulle primarie di coalizione per scegliere il candidato governatore scuote la coalizione. Dopo l’analisi di Ruggero Razza (Diventerà Bellissima), parla anche uno dei candidati: il coordinatore di Noi con Salvini, Angelo Attaguile.

“Me lo aspettavo – dice a BlogSicilia -. È un gioco delle parti. Ho paura che le primarie non si facciano perché Forza Italia non è di questa opinione. Sarei felice se tutti potessero condividere il nostro pensiero, ovvero quello delle primarie, strumento democratico per la scelta del candidato che dovrebbe poi guidare la coalizione in Sicilia”.

Insomma non la condivide molto l’analisi dell’ex presidente del Senato…

“Non condivido l’intervista di Schifani, ma forse come detto me l’aspettavo. Quello che dice non corrisponde al vero. Le primarie non sono un rischio per ‘infiltrazioni’ al sistema mafioso. Tutt’altro. Le primarie per come le avevo suggerite e che si potrebbero fare on line con i documenti registrati e dati precisi vedendo a fondo chi sono le persone. E poi alle primarie accederebbe solo chi ha diritto al voto, con certificato elettorale. Non vedo questa scusa delle infiltrazioni mafiose. Anzi le primarie sarebbero un controllo. Tutto il contrario, ribadisco, di quello che dice Schifani. Inviterei piuttosto i rappresentati delle istituzioni a dimettersi davanti ad un rinvio a giudizio o se fossero contro il codice antimafia…”

Tra voi e Forza Italia la pace sembra difficile da trovare…

“Forza Italia, in fondo, le primarie, ad esempio, non le vuole neppure in campo nazionale. Mi auguro che alla fine si trovi la quadra ma purtroppo non dipende da noi ma dagli azzurri ed in particolare da quello che gli detta Berlusconi. A proposito di primarie, poi, creano anche confusione. Parisi dice che è d’accordo e quindi anche Micciché dice sì. Poi però arriva Schifani e dice no. Insomma si mettano loro d’accordo prima di venire al tavolo delle trattative anche per non farci perdere tempo…”

Quindi?

“L’elettorato chiaramente ne potrebbe risentire! Mi auguro che Forza Italia possa ravvedersi e decidersi a fare le primarie. Anche perché consegnare la Sicilia nuovamente a Crocetta, per fortuna assai imprevedibile, o ai 5Stelle, mi preoccupa dal punto di vista politico”.

Si è parlato di un ritorno di Matteo Salvini in Sicilia…

“Verrà presto. L’11 marzo saremo insieme a Napoli per una manifestazione nazionale per il mezzogiorno e a fine marzo sarà nuovamente nell’Isola”.