Continua l’attività eruttiva dell’Etna dove dal Nuovo Cratere di Sud Est è presente un’attività stromboliana, con fontane di lava, boati e emissione di cenere. Nella notte si è registrato un calo di energia nella notte, ma all’alba di oggi si è ristabilito il quadro eruttivo di ieri.

La colata che emerge dalla bocca apertasi nel Nuovo cratere di Sud-est è bene alimentata e il fronte più avanzato ha superato il Belvedere, dove ieri si è verificata l’esplosione freatica, e si riversa nella desertica Valle del Bove, lontano da centri abitati e dalle strutture turistiche.

Nella mattinata sono andati avanti gli interventi di mappature delle colate da parte degli studiosi dell’Ingv che, accompagnati dai militari del Soccorso alpino della guardia di finanza, stanno operando anche con dei droni.

Gli studiosi stanno procedendo anche alla campionature della lava.