Ci sono anche ventiquattro aziende catanesi tra gli oltre tremila espositori provenienti da ben centodieci paesi del mondo a Rho-Pero per “AF, Artigiano in Fiera”, la Mostra Internazionale di Artigianato che si concluderà domenica alla Fiera di Milano.

Nei suoi 240 metri quadrati  di esposizione (tutta la fiera ne ha disposizione ben 150 mila)  la Camera di Commercio di Catania in questi giorni sta accompagnando imprenditori catanesi che si occupano di produzione: dall’agroalimentare (miele, olio, conserve, prodotti dolciari)  all’artigianato (ceramiche, manufatti in tessuto, gioielli, accessori, cotto siciliano). L’area organizzata dalla Camera di Commercio etnea, che per la terza volta partecipa all’evento, si è consolidata in questi anni come una delle presenze più significative e apprezzate dal pubblico della Fiera.

AF-L’Artigiano in Fiera è la più grande manifestazione internazionale dedicata all’impresa artigiana. L’evento rappresenta un momento di incontro tra il pubblico e gli artigiani per valorizzare la bellezza del prodotto artigianale, intreccio affascinante di ingegnosità e innovazione, di creatività e tradizione popolare. Gli espositori sono presenti non solo per presentare i propri prodotti, ma anche per attivare contatti commerciali con fornitori e distributori e per confrontarsi con il mercato e il pubblico su gusti e tendenze.

“Si respira aria positiva, e malgrado la crisi le arti e i mestieri tengono –assicura Saro Condorelli,  responsabile dell’Ufficio Promozione, che in questi giorni accompagna le imprese a Rho- In eventi come questi c’è la possibilità di acquistare prodotti di qualità a prezzi vantaggiosi. Ma la Fiera serve molto alle imprese anche per  capire cosa bisogna cambiare, dove migliorare e cosa chiede il mercato nazionale e internazionale”.

AF L’Artigiano in fiera è inserita nel calendario di eventi nazionali promossi dalla Camera di Commercio. “La nostra formula si ripete ogni anno, sempre con successo – spiega conclude il segretario generale della Camera, Alfio Pagliaro -.  Scegliamo le migliori destinazioni in Italia e all’estero per le nostre imprese, ci addossiamo organizzazione e costi principali e il resto lo fa la qualità dei nostri prodotti. Siamo convinti che la crisi può essere sconfitta anche così”.

eur/com